Villa Horta (Vespolina) DOC

ANTICHE CANTINE CANTALUPO

Villa Horta (Vespolina) DOC

Caratteristiche

"Villa Horta" è il nome citato dall'imperatore Ottone I di Sassonia nel 962 in una donazione ai Canonici di San Giulio d'Orta, storici proprietari di vigne a Ghemme e a Breclema. In vendemmia il mosto di quei vigneti veniva trasportato sull'isola del lago d'Orta per essere vinificato nelle cantine presso la storica lacustre basilica.
  • Prodotto momentaneamente non disponibile

  • Produttore: ANTICHE CANTINE CANTALUPO

  • Regione: Piemonte

  • Annata: 2010

50,00 €
per confezione da 6 bottiglie
8,33 € a bottiglia
Presenta alla vista un bel colore rosso rubino. All'olfatto piacevoli profumi floreali tra cui si avverte il ciclamino fiore che un tempo ammantava il Fenera, monte che sovrasta i vigneti di Ghemme e ha partecipato all'orogenesi delle sue colline. Al palato esprime un sapore delicato di bella morbidezza e pienezza, rotondo, armonico che, suadente, perdura.
Annata 2010
Uve Vespolina
Vigneti di provenienza Vespolina (Ughetta di Ghemme)
Tipologia del terreno Collina ghiaiosa morenica, ricca di minerali
Resa per ettaro 50 q/ha
Regione

280 - 310 metri sul livello del mare.

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Villa Horta (Vespolina) DOC

ANTICHE CANTINE CANTALUPO

Antichi Vigneti di Cantalupo si trova a Ghemme, nell'alto Piemonte, una zona vocata, da oltre due millenni, al vino di pregio. L'azienda, di proprietà della famiglia Arlunno, oggi copre una superficie complessiva di oltre 100 ettari, di cui 34 di vigneti articolati in differenti zone: Breclema, Carella, Livelli, Valera, Baraggiola, Rossini, Roccolo della Valle del tordo e Ronco di San Pietro, poste tra i 250 e i 310 metri sul livello del mare con esposizioni a Sud, Sud-Ovest. Le colline morenico alluvionali oggi coperte da vigneti si sono formate in tempi remoti con il ritiro del grande ghiacciaio del monte Rosa. Il terreno è ricco di ciottoli facilmente disgregabili così da rendere disponibile alle viti una grande quantità di minerali oltre a microelementi che contribuiscono a caratterizzare l'organolettica dei vini. La produzione di Antichi Vigneti di Cantalupo si esprime principalmente con il vitigno Nebbiolo (80 per cento dell'estensione vitata), chiamato localmente Spanna, l'uva spinea di Plinio.

Vai alla pagina del produttore

Dalla stessa cantina