Cantalupo Anno Primo Riserva 2010

ANTICHE CANTINE CANTALUPO

Cantalupo Anno Primo Riserva 2010

Caratteristiche

Dire Ghemme è dire Nebbiolo, padre dei grandi rossi piemontesi. Insignito di numerosi premi: dal 3 bicchieri Gambero Rosso a Slow Wine, ai Cinque Grappoli. La rivista Merum l'ha inserito nella "Merum Selezione". Servire in ampi calici,18 °C., avendo cura dell'ossigenazione.
  • Prodotto momentaneamente non disponibile

  • Produttore: ANTICHE CANTINE CANTALUPO

  • Regione: Piemonte

  • Annata: 2007

150,00 €
per confezione da 6 bottiglie
25,00 € a bottiglia
Il colore di un bel rosso rubino con riflessi granato; un profumo avvolgente con note di liquirizia, frutti rossi di sottobosco, sentori di viola e spezie; al gusto si avverte una peculiare fine persistente sapidità ed un'elegante sensazione di pienezza impreziosita da tannini morbidi che si armonizzano nella sua vibrante struttura. Accompagna piatti di carne e cacciagione e formaggi saporiti.
Annata 2007
Uve Nebbiolo in purezza
Vendemmia metà ottobre
Vinificazione Uve prima diraspate e poi delicatamente pigiate. Fermentazione a temperatura controllata fino a 30 °C. Durante la fermentazione sono stati fatti due rimontaggi giornalieri fino a completa trasformazione degli zuccheri; è seguita una macerazione a cappello
Maturazione Nella primavera del 2008 è stato travasato nelle botti di rovere, dove ha trascorso i successivi venti mesi prima di essere imbottigliato. Le bottiglie sono state poi coricate ad affinarsi per altri dodici mesi.
Potenzialità di invecchiamento 15 anni
Alcol 12,5% vol.
Regione

280 - 310 metri sul livello del mare

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Cantalupo Anno Primo Riserva 2010

ANTICHE CANTINE CANTALUPO

Antichi Vigneti di Cantalupo si trova a Ghemme, nell'alto Piemonte, una zona vocata, da oltre due millenni, al vino di pregio. L'azienda, di proprietà della famiglia Arlunno, oggi copre una superficie complessiva di oltre 100 ettari, di cui 34 di vigneti articolati in differenti zone: Breclema, Carella, Livelli, Valera, Baraggiola, Rossini, Roccolo della Valle del tordo e Ronco di San Pietro, poste tra i 250 e i 310 metri sul livello del mare con esposizioni a Sud, Sud-Ovest. Le colline morenico alluvionali oggi coperte da vigneti si sono formate in tempi remoti con il ritiro del grande ghiacciaio del monte Rosa. Il terreno è ricco di ciottoli facilmente disgregabili così da rendere disponibile alle viti una grande quantità di minerali oltre a microelementi che contribuiscono a caratterizzare l'organolettica dei vini. La produzione di Antichi Vigneti di Cantalupo si esprime principalmente con il vitigno Nebbiolo (80 per cento dell'estensione vitata), chiamato localmente Spanna, l'uva spinea di Plinio.

Vai alla pagina del produttore

Dalla stessa cantina

Questo prodotto è disponibile anche nelle seguenti confezioni assaggio: