CANTINA DI SAVA

CANTINA DI SAVA Sono trascorsi trentacinque anni da quando il Palmento Galilei fu chiuso, per lasciar spazio alle Cantine cooperative, una speranza allora per i numerosi viticoltori che poterono così dedicarsi esclusivamente alla coltivazione dei vigneti.Il nonno Ciro decise però che fosse il caso di tenerlo sempre in ottime condizioni. Una scelta che ha facilitato le opere di ristrutturazione. Così nel 2009, il Palmento ipogeo di via G. Galilei riprende le tradizionali attività di lavorazione delle uve di famiglia. Quel vino Il Rosso di Sava che negli anni '50 si faceva apprezzare in Italia ed oltralpe, ritorna a scorrere nelle vene antiche della Città. La cantina è una piccola perla, un antico palmento ipogeo risalente ai primi del '900, suddivisa in due piani, il piano terra e un seminterrato. Forse è stato questo palmento, che sembrava ormai essere parte della storia, senza alcuna possibilità di ritornare a funzionare, il vero punto di partenza. " Lu Palamientu", come tuttora amano chiamarlo i più anziani, è una cantina ricavata nel sottosuolo tufaceo, dove il nonno vinificava le uve dei vigneti di famiglia tra Sava e Manduria.Per le sue caratteristiche entrinseche legate al sottosuolo, umidità e temperatura sempre fresca e costante, il Palmento è il luogo ideale dove produrre il Rosso di Sava, un vino che vuole recuperare col tempo tutte le tradizionali note tipiche del tempo.L'obiettivo non è infatti quello di produrre vino, ma di creare valore intorno ad una storia che ormai merita di essere raccontata, non solo in una bottiglia di vino.

  • CANTINA DI SAVA - 1
  • CANTINA DI SAVA - 2
  • CANTINA DI SAVA - 3
  • CANTINA DI SAVA - 4



Primitivo Salento Ala Rossa IGP

59,00 €
Il Primitivo tradizionale. Buona struttura, colore rosso intenso, gli odori di frutti all'olfatto lo rendono magico. Un Primitivo fantastico...provare per credere!!!