AZIENDA AGRICOLA FERESIN

AZIENDA AGRICOLA FERESIN La più antica notizia riguardante la tenuta di San Quirino di Cormòns è costituita da un documento conservato nell’Archivio storico pronvinciale di Gorizia. Il documento datato 1617 indica come proprietari la famiglia Del Maestri, originaria della toscana. Il tempo passa e dopo diverse guerre, vicissitudini e vari proprietari nel 1954 la tenuta viene acquistata dal signor Leopoldo Feresin e dai suoi sei figli: Guido, Virginio, Luigi, Ezio, Luciano, e Giuseppe, all’epoca coloni del Cavalier Bosero. L’intento di Feresin Leopoldo era di tenere unita la famiglia, ma alla sua morte la tenuta fu divisa fra figli, alcuni dei quali crearono delle piccole aziende Agricole in loco: fra questi c’era il padre di Feresin Gualtiero, ovvero Virginio. Walter, assieme alla moglie Gianna e ai figli, ha saputo donare un valore aggiunto all’azienda grazie al suo impegno nel conservare le tradizioni del suo territorio,ma inserendole in un contesto odierno, regolato, giustamente, da diverse disposizioni igienico-sanitario. Questo equilibrio si identifica nella produzione dei salumi quali pancetta, ossocollo, sopressa e nel graditissimo salame Feresin; non ultimi e sempre graditi i cotechini e le salsicce. L’arte del norcino è stata appresa da Walter all’età di 16 anni quasi inconsciamente, come accade a quella età. La passione invece e la consapevolezza nella realizzazione di un buon prodotto nostrano di qualità si è costruita nel tempo, a pari passo con la propria crescita individuale, ed infine trasmessa ai propri figli che abbracciano con entusiasmo, passione e sacrificio tale attività. L’Az. Agr. Feresin produce anche un buon vino da tavola che si traduce in un ottimo connubio tra qualità e prezzo: esso si può degustare nell’agriturismo assieme a un buon piatto nostrano della tradizione friulana. Il menù, non molto ampio, soddisfa le tradizioni friulane in base alle stagioni e ai momenti di festa, come la squisita “razze” (anatra) che si può apprezzare solo per San Martino. L’az. Agr. Si trova in mezzo alla campagna in un paesaggio confortevole ma senza fronzoli. In epoca di raccolta, i giovani vendemmiano idee…E’ il caso di Davide Feresin, vignaiolo under 40 di San Quirico in comune di Cormons. Grazie alla collaborazione con Michele Bean, enologo emergente, Feresin sta perseguendo un progetto rivoluzionario: creare un Pinot Grigio che vada bene sia come vino bianco che rosso, da assaporare a tutto pasto, anche con la carne. Grazie alla qualità della vendemmia 2011, ottima per chi, come Davide, ha saputo aspettare evitando di raccogliere anticipatamente, Feresin metterà a punto un Pinot Grigio del tutto inusuale, dal colore fortemente ramato, quasi rosso, ed un notevole corpo. “Dobbiamo rispettare quello che la natura ci dà. – Commentano Davide e Michele. – Qui il Pinot Grigio è un vino intenso, carico, e non possiamo né vogliamo stravolgerlo per rincorrere le tendenze del mercato. Abbiamo così deciso di creare un vino “trasversale”, un bianco che si comporta da rosso e può abbinarsi perfettamente al pesce come ai piatti robusti della tradizione regionale”. Questo vino sarà ottenuto da uve perfettamente mature: alla vinificazione avverrà una macerazione con le bucce di 5-6 giorni e la fermentazione si svolgerà con lieviti rigorosamente naturali. La scelta di rispettare la natura è, d’altro canto, uno dei tratti distintivi dell’azienda , che in vigneto applica i principi dell’agricoltura biologica e in cantina utilizza solo lieviti autoprodotti. “Non usiamo lieviti di sintesi e selezioniamo noi stessi ogni anno i ceppi migliori. – Continuano Davide e Michele. – A fine vinificazione vediamo quelli che si sono comportati meglio nello sviluppo dell’alcol, analizzando le singole vasche. Prendiamo quindi la feccia delle migliori, la congeliamo e l’anno dopo la scongeliamo per preparare l’innesco della fermentazione. Applichiamo questa tecnica a tutti i nostri vini dal 2006 con ottimi risultati“. Si tratta di un metodo assolutamente innovativo per il Friuli Venezia Giulia e, probabilmente, a livello nazionale, che permette di ascoltare la natura fino in fondo e farla esprimere con la massima tipicità. I vini che ne risultano vanno in direzione opposta alla standardizzazione. Lo sa bene Davide che, andando contro tutto e tutti, ha recuperato la propria selezione massale di Tocai Giassico, ereditato dal nonno, per produrre un Friulano unico e un rosso, il Nero di Botte, che sta facendo parlare di sé per il gran carattere.

  • AZIENDA AGRICOLA FERESIN - 1
  • AZIENDA AGRICOLA FERESIN - 2
  • AZIENDA AGRICOLA FERESIN - 3
  • AZIENDA AGRICOLA FERESIN - 4
  • AZIENDA AGRICOLA FERESIN - 5



Nero di Botte Refosco DOC 2008

99,00 €
Vitigno autoctono, è il fiore all'occhiello della Cantina.Il vino è una vera eccellenza del territorio, disponibile in quantità limitatissime e presente solo in pochi ristoranti di gran livello. Si degusta con cacciagione, arrosti misti, formaggi maturi o, ancor meglio...da solo!